ORDINE DI SAN GIOVANNI DI GERUSALEMME
GRAN PRIORATO RUSSO DI MALTA E D’EUROPA

ORDER OF SAINT JOHN OF JERUSALEM
RUSSIAN GRAND PRIORY OF MALTA AND OF EUROPE

Commento sulle pretese storiche del Web page http://www.grpoliva.it/unac/malta.htm

Comment on the historic claims of Web page http://www.grpoliva.it/unac/malta.htm

Dopo l’esilio dall’isola di Malta, a seguito della invasione da parte delle truppe di Napoleone Bonaparte del 1798, i Cavalieri di Malta, detti anche di Cipro e Rodi, lasciarono l’arcipelago maltese.

Corretto.

After their exile from the island of Malta, following the invasion by the troops of Napoleon Bonaparte in 1798, the Knights of Malta, also called of Cyprus and Rhodes, left the Maltese archipelago.

Correct.

La prima tappa del Loro esilio, fu la Sicilia e dopo alcuni anni, iniziarono quel Loro peregrinare in Europa, che porterà L’Ordine di San Giovanni di Gerusalemme a dividersi in due branche: una rimase in Italia, mentre l’altra accettò l’invito dello Czar- Paolo I di Russia a trasferirsi in San Pietroburgo con il riconoscimento da parte dello stesso Zar Paolo I.

Errato. Non ci erano delle peregrinazioni. Il Gran Maestro Hompesch stabilì un convento nell'Austria e l'Imperatore Paolo I della Russia (Czar è un titolo popolare ma erroneo), Protettore dell'Ordine, dava rifugio alla maggior parte dei cavalieri.

The first stage of their exile was Sicily and, after a few years, they began their wanderings in Europe which lead to the division of the Order of St John of Jerusalem into two branches: one remained in Italy, whilst the other accepted the invitation of Czar Paul I of Russia to transfer itself to St Petersburg with the recognition of the same Czar Paul I.

Incorrect. There were no wanderings. Grand Master Hompesch set up a Convent in Austria, and Emperor Paul I of Russia (Czar is a popular title but incorrect) Protector to the Order, gave refuge to the majority of Knights.

La nascita del Gran Priorato Russo è databile il 10 Dicembre 1798.

Errato. Il 10 dicembre 1797 fu creato il Gran Priorato cattolico della Russia. Il 10 dicembre 1798, il Gran Priorato russo è stato generato per provvedere ai cristiani ortodossi/eterodossi.

The birth of the Grand Priory of Russia is dated from 10 December 1798.

Incorrect. On the 10th December 1797 the Catholic Grand Priory of Russia was created. On the 10th December 1798, the Russian Grand Priory was created to cater for Orthodox/Heterodox Christians.

La rimanente branca dei Cavalieri di San Giovanni rimasti in Italia, si ricostituì in Roma, sotto la Protezione della Santa Sede, con la denominazione di Sovrano Ordine Militare di Malta, in data 9 Febbraio 1803.

Errato. Dopo l'omicidio di Paolo I, suo figlio, Alessandro I, in collegamento con il papa Pio VII organizzò la scelta del nuovo Gran Maestro, restituendo ancora un cattolico. La corte russa congratulò Giovanni Battista Tommasi per la sua nomina nel 1803 e trasferì ufficialmente il convento a Messina. In fasi il convento era spostato a Roma - a Catania nel 1804, a Ferrara nel 1826 e nel 1834 a Roma . Per ciò non era una branca che fu stabilita a Roma ma la Sede dell'Ordine col pieno accordo dei Priorati russi.

The remaining branch of the Knights of St John remained in Italy and was reconstituted in Rome under the protection of the Holy See under the name of the Sovereign Military Order of Malta on 9 February 1803.

Incorrect. After the murder of Paul I, his son, Alexander I, in liaison with Pope Pius VII arranged the choice of a new Grand Master, restoring again a Roman Catholic. The Russian Court congratulated Giovanni Battista Tommasi on his appointment in 1803, and officially transferred the Convent to Messina. In stages the Convent moved to Rome. 1804 to Catania, In 1826 to Ferrara, and in 1834 to Rome. Thus it was not a branch that was formed in Rome but the HQ of the Order, with the full agreement of the Russian Priories!!!

Gli Czar sino al 1917 furono i gran maestri e per lo più protettori dell' Ordine di San Giovanni di Gerusalemme, Gran Priorato Russo. In seguito l’Ordine, si trasferì presso il Priorato dell’America, costituito nel 1908.

Errato. Dopo Paolo I, gli Imperatori della Russia non erano i Gran Maestri dell'Ordine. La Corono russa ebbe già accettato il gran magistero dell'Ordine residente nell'Italia; specificamente i Gran Priorati russi riconoscevano Guevara-Suardo come Lt Gran Maestro il 10 febbraio. Nonostante nel 1810/11 c'era una separazione fiscale dei Priorati russi da Roma, trasformandogli in un Ordine russo interno coll'appoggio degli Imperatori.
Non c'era mai alcun trasferimento agli S.U.A nel 1908, salvo nella mente d'un certo Charles Pichel esercitando verso la fine degli anni 1950 in avanti, chi dava una preistoria russa al suo "Ordine". Sino alla fine degli anni 50 nessuno aveva mai sentito parlare della teoria 1908!

Tuttavia nel 1928, tutti i 13 comandanti ereditari sopravviventi si radunarono a Parigi per continuare il Gran Priorato russo in esilio.

Until 1917, the Czars were the Grand Master as well as the protectors of the Order of St John of Jerusalem, Russian Grand Priory. It was later transferred to the American Priory, constituted in 1908.

Incorrect. After Paul I, the Emperors of Russia were not Grand Masters of the Order. The Russian Crown had already accepted the Grand Magistracy of the Order resided in Italy , specifically on the 10th February the Russian Grand Priories recognised Guevara-Suardo as Lt Grand Master. However in 1810/11 there was a fiscal separation of the Russian Priories from Rome, to become a domestic Russian Order supported by the Emperors.
There was never any transfer to the USA in 1908, except in the mind of a Charles Pichel operationg in the late 1950s onwards, but giving a Russian pre-history to his "Order". Up until the late 1950s no-one had heard of the 1908 theory!! 

However in 1928, all the surviving 13 Hereditary Commanders met in Paris to continue the Russian Grand Priory in exile.

L’8 Marzo 1964, con la elevazione a Priorato, della già Commenda di Malta, si preannuncia il ritorno della branca dell’ordine di San Giovanni di Gerusalemme, Gran Priorato Russo, nella sede naturale che li aveva visti partire nel 1798.

Errato. Nel 1962 un francese - Cassagnac si staccò dal "Ordine" di Pichel. Nel 1964, una commenda del "Ordine" di Cassagnac fu elevato ad un priorato.

On 8 March 1964, the elevation of the existing Commandery of Malta to a Priory signalled the return of the branch of the Order of St John of Jerusalem, Russian Grand Priory, to its natural seat which had seen its departure in 1798.

Incorrect. In 1962 a Frenchman - Cassagnac, broke from the Pichel "Order". In 1964, a Commandery of the Cassagnac "Order" was elevated to a Priory.

L’Ordine, nel rispetto delle ultime tradizioni, chiese ed ottenne il Protettorato da parte della Casa Reale di Jugoslavia. imparentata con la Famiglia Imperiale Russa e ottenne tale privilegio da S.A.R. Pietro II di Iugoslavia che dotò l’Ordine di una costituzione datata in Parigi il 19 Marzo 1964.

Errato. "L'Ordine" di Cassagnac ricevette un Privilegio dal re Pietro nel 1963 e poi una Costituzione nel 1964. Il re però si staccò dal così detto Ordine di Cassagnac per condurre il suo proprio Ordine, un ordine valido per causa della dignità reale di Pietro, ma non del resto un Ordine storico di San Giovanni

In respect of the latest traditions, the Order sought and obtained the Protectorate of the Royal House of Yugoslavia, related to the Imperial Russian Family and obtained the privilege of His Royal Highness Peter II of Yugoslavia who granted the Order a constitution dated in Paris on 19 March 1964.

Incorrect. The Cassagnac "Order" was given a Charter by King Peter in 1963, and then a Constitution in 1964. However the King broke with Cassagnac's "Order" to lead his own Order, a valid Order because of Peter's Kingship, but not an historic Order of St John.

L’Ordine di San Giovanni di Gerusalemme. Gran Priorato Russo, ha la Sua Sede Magistrale in Malta al 223 di St. Paul Street sotto la regenza del Lt. Gran Maestro Victor M. Xuereb nominato a tale incarico nel Dicembre 1999. L’ordine è stato iscritto all’Albo della Cavalleria Internazionale di Edinburgo e nella propria organizzazione è formato da Gran Priorati, Priorati e Commende.

Errato. Il re Pietro morì nel 1970 e il suo Ordine fu tagliato in due fazioni principali. Il Capo della Casa Reale della Jugoslavia rifiutava di riconoscere alcune delle fazioni derivando dall'Ordine di suo padre, e perciò il suo "fons honorum" è stato perduto! Una delle fazioni principali era condotta da Robert Formhals e l'altra dal principe Sergei Troubetzkoy.

Nel 1977 il Gran Priorato di Malta si staccò dall'Ordine di Troubetskoy, nominando suo Gran Maestro il principe Andrej (il fratello del re Pietro). Nel 1979 "l'Ordine" di Troubetskoy si unìsse con Malta accettando il principe Andrej come Gran Maestro. Nel 1987, Anthony Zammit condusse una fazione in ribellione contra il principe Andrej formando il suo proprio "Ordine del Re Pietro". Nel 1990 è morto il principe Andrej e, nell'assemblea del Concilio Sovrano radunata dopo la sua morte, il Gran Priorato di Malta recisse la sua connezione e si dichiarò "l'autentico" Ordine del re Pietro.

Forse insicuro della sua posizione nel novembre del 1994 il "Gran Priorato Russo di Malta" firmò un documento legandosi "per sempre" ad un Ordine che assertò d-essere il Gran Priorato russo di Nicholas Bobrinskoy. Nel gennaio 1995 il "Gran Priorato Russo di Malta" rinnegò a questa Concordanza solenne e ancora una volta si dichiarò "l'autentico" Ordine del re Pietro.

Al terzo Congresso Internazionale delle Scienze Araldiche e Genealogiche a Madrid nel 1955, fu stabilita una Commissione sugli Ordini Cavallereschi preseduta da Carl Zeininger. La commissione fortemente esprimì delle dichiarazioni contro, come concepì, gli ordini illegittimi. Propose una lista più vasta per presentare al congresso del 1957. Il quinto congresso stabilì una Commissione Internazionale per Ordini Cavallereschi durante la sua riunione di Stoccolma nell'agosto del 1960. Verso il sesto congresso tenuto a Edinburgh nel settembre del 1962 una lista provvisoria era stata redatta. I beneficiari di una tal organizzazione erano quegli ordini, le cui monarchie fondanti originali erano spariti e gli ordini che dovevano il loro fons honorum a monarchi esiliati. Le decisioni della Commissione si dimostrarono controversiali ed il congresso ha risolto che la questione della legittimità degli ordini cavallereschi sia esclusa dalle attività del Congresso Internazionale. Il settimo congresso del 1964 rinnovò la risoluzione.

La Commissione, malgrado sua perdita del mandato, continuò a radunare e deliberare. Le riunioni furono tenute nel 1964, nel 1966, nel 1967 e nel 1970 quando fu pubblicato un registro degli ordini come riconosciuti dalla Commissione. In un registro aggiornato pubblicato nel 1978, l'Ordine di San Giovanni di Gerusalemme sotto la protezione della Casa Reale di Jugoslavia fu elencato, con S.A.R. il principe Andrej Karageorgevitch come il suo Gran Maestro. Il registro del 1978 però è stato prodotto sotto l'autorità di una organizzazione nominata da se stessa !

Anche se il registro del 1978 fosse preso seriamente, l'Ordine di San Giovanni di Gerusalemme sotto la protezione della Casa Reale di Jugoslavia era registrata, con S.A.R. il principe Andrej Karageorgevitch come il suo Gran Maestro, come un Ordine Dinastico della Casa Reale di Jugoslavia! - e dunque non ha nessun validità poichè è stata ripudiata dal Capo della Casa Reale. Nessun permesso è stato mai dato dalla Casa Reale per includere qualunque Ordine di San Giovanni come un Ordine Dinastico della Casa Reale di Jugoslavia in qualsiasi lista. Nel 1990 il Gran Priorato di Malta si è dimesso "dall'Ordine" per reinventarsi come l'Ordine del re Pietro. Per questa ragione, il gruppo di Xuereb non sarebbe l'Ordine citato nel registro del 1978!

The Order of St John of Jerusalem, Russian Grand Priory has its Magisterial Seat in Malta at 223 St Paul Street under the regency of the Lt Grand Master Victor M. Xuereb, nominated to that capacity in December 1999. The Order was registered in the Register of International Chivalry of Edinburgh and its organisation is composed of Grand Priories, Priories and Commanderies.

Incorrect. King Peter died in 1970 and his Order split into two main factions. The Royal Crown of Yugoslavia refused to recognise any of the factions resulting from his Father's Order, thus the 'fons honurm' was lost! One of the main factions was led by Robert Formhals, and the other led by Prince Sergie Troubletzkoy.

In 1977 the Malta Grand Priory broke with the Troubletzkoy "Order", appointing Prince Andrej (King Peter's brother) as its Grand Master. In 1979 the Troubletzkoy "Order" joined with Malta in accepting Prince Andrej as Grand Master. In 1987, Anthony Zammit led a faction in rebellion against Prince Andrej forming his own "King Peter Order".
In 1990 Prince Andrej died, and at the Sovereign Council meeting following his death, the Malta Grand Priory again severed its connection, and declared itself to be the authentic King Peter Order.

Perhaps unsure of its status, in November 1994 the "Russian Grand Priory of Malta" signed a Document binding itself "for ever" to an Order which claimed to be the Russian Grand Priory under Nicholas Bobrinskoy. In January 1995 the "Russian Grand Priory of Malta" disregared the solemn Concordance and again declared itself to be the authentic King Peter Order.

At the third International Congress of Heraldic and Genealogical Sciences at Madrid in 1955, a commission was established on Orders of Chivalry, chaired by Carl Zeininger. The commission presented strongly worded statements against what it saw as illegitimate Orders. It proposed a more extensive list be presented to the forth Congress in 1957. The fifth Congress set up an International Commission for Orders of Chivalry at its meeting in Stockholm August 1960. By the sixth Congress held in Edinburgh, September 1962 a provisional list had been prepared. The beneficiaries of such an organisation were those Orders, whose original founding Monarchies had disappeared, and Orders which owed their fons honorum to exiled Monarchs. The decisions of the Commission proved controversial and the Congress resolved that the question of legitimacy of Orders of chivalry was excluded from the activities of the International Congress. The seventh Congress in 1964 renewed the resolution.

The Commission, despite its loss of mandate continued to meet and deliberate. Meetings were held in 1964, 1966, 1967 and in 1970 when a Register of Orders as recognised by the Commission was published. In an updated Register published in 1978, the Order of St. John of Jerusalem under the protection of the Royal House of Jugoslavia was listed, with HRH Prince Andrej Karageorgevitch as the Grand Master. The 1978 Register was produced under the authority of a self appointed organisation!

Even if the 1978 Register was taken seriously, the Order of St. John of Jerusalem under the protection of the Royal House of Jugoslavia was listed, with HRH Prince Andrej Karageorgevitch as the Grand Master, as a Dynastic Yugoslavian House Order! - and as such has no validity, as it is repudiated by the Head of the Royal House. No permission was given by the Royal House to include any Order of St. John as a Dynastic Yugoslavian House Order in any list whatsoever. In 1990, the Grand Priory of Malta resigned from the "Order" to re-invent itself as the King Peter Order. Thus Xuereb's group would not be the Order referred to under the 1978 Register!


Created 9th  May 2002.

King Peter Orders of St John.
Self-Styled Orders of St John

OSJ Research Web Page.
British Grand Priory Web Site Map
Click this button to go back to the referring Web Site

Order of St John, Knights Hospitaller.